Home Archive by category blog

blog

blog

In questi giorni surreali, abbiamo forse notato che anche il silenzio fa rumore.
Rumori diversi, rumori nuovi, che solitamente non ascoltiamo.
In questo video, girato da Sandro Cosentino, questi rumori nel silenzio vengono “raccolti”, e non solo.
Preparatevi ad una bella carica di emozioni.




E visto che il silenzio è il protagonista, non aggiungiamo altro, se non, buona visione.

 

blog

Salvatore Spicuzza, devoto delle comunità ecclesiali di Sette Spade, Carmine e San Domenico, ha avuto idea di proporre agli abitanti di Licata, di esporre al balcone le lenzuola in onore della Madonna Addolorata.
Ha inoltre portato fuori dalla sua abitazione, una statua della vergine santissima ponendola alla pubblica venerazione nella zona dove abita.
Molti abitanti della zona hanno partecipato a questa iniziativa, Spicuzza sembra essere davvero soddisfatto del risultato ottenuto.




“Abbiamo vissuto un momento emozionante – commenta Spiuzza – nonostante le tante difficoltà, è stato un vero piacere per me esporre la statua davanti la mia abitazione, per ricordare la Madre di tutte le Madri. Sono sicuro, continua Spicuzza, che il nostro grido al cielo è salito e la nostra Madre ha sentito le nostre preghiere.”

 

blog

Vogliamo dare il nostro contributo per superare questa emergenza. Ci siamo inventati un programma che trasmettiamo dalle 17 alle 18 in diretta su Instagram, dove cerchiamo di dare, appunto, una “boccata d’ossigeno” a tutte le persone costrette a casa. Cerchiamo di offrire un momento di evasione, un modo per alleggerire la pesantezza che può assumere questa situazione di reclusione. E cerchiamo di farlo con giochi, parlando di ricette, invitando musicisti o semplicemente chiunque voglia dire qualcosa. Non tralasciamo ovviamente l’attualità, parlando anche dell’evolversi dell’emergenza, commentando insieme i dati sul coronavirus in Sicilia. Vuole anche essere un momento di vicinanza a tutti coloro che sono impegnati direttamente per fronteggiare e combattere il virus.




Sintetizziamo così la nostra chiacchierata (virtuale) con Lorenzo Condello, autore insieme a Giuseppe Callea del programma. Loro sono due giovani licatesi di 23 e 22 anni, entrambi studenti universitari.
Un modo, appunto, per favorire le interazioni, rigorosamente virtuali, tra le persone.
“Boccata d’ossigeno” viene trasmesso tutti i giorni dalle 17 alle 18, per seguirlo potete utilizzare i seguenti canali instagram:
Giuseppe98i
condellolorenzo

 

blog

Riscoprire, è proprio il termine esatto.
Perché nutrivo più di un dubbio, lo ammetto.
Perché spesso ho visto una città trascurata, senza un senso di comunità. Una città dove a prevalere sono sempre gli interessi privati, dove il bene di tutti viene sempre relegato alla fine. Chissà, magari tornerà tutto come prima, non lo spero, ma questa emergenza mi ha fatto capire che questo senso comunitario esiste.
Forse dovremmo ricordarcene anche quando tutto sarà finito.




Al netto di immancabili voci fuori dal coro, i licatesi in meno di una settimana hanno raccolto più di 35 mila euro per il proprio ospedale (tra qualche giorno avrete aggiornamenti). La maggior parte dei licatesi sono stati chiusi a casa, preservando il loro e il bene degli altri. I licatesi hanno messo a disposizione le proprie competenze e tempo per gli altri.
I licatesi, alle prime avvisaglie di gente che non riusciva a mangiare, hanno raccolto cibo per loro. Si sono messi a distribuirlo, hanno donato cibo. Singoli cittadini, associazioni, commercianti, hanno dato il loro aiuto incondizionato.
I licatesi si sono aiutati tra di loro e questo, nonostante la drammatica situazione che stiamo vivendo, è una cosa bellissima.
Ricordiamocelo anche quando tutto sarà finito, perché dobbiamo solo pazientare, ma tutto finirà, e noi torneremo alle nostre vite.
E se continuiamo ad aiutarci, magari possiamo ambire ad un futuro migliore.

Lucastro

 

blog

Come ben sappiamo, l’emergenza Coronavirus ha bloccato tutte le funzioni religiose della settimana santa. La Pagina Facebook Parrocchia Sant’Agostino Licata offre l’opportunità di seguire la celebrazione eucaristica da casa collegandosi alla pagina, inoltre il Santuario fa sapere che il simulacro non è a Licata e di conseguenza durante la santa messa ci sarà raffigurato dietro l’altare un quadro, con raffigurato la Santa Vergine. In un giorno così tradizionale e importante per Licata è giusto anche ricordarsi questo famoso canto di cui l’autore sembra sconosciuto: O Maria, quel fanciullo, che adori.




Ai sette dolori di Maria
Il testo, di autore sconosciuto, appartiene alla tradizione redentorista ma non ha conosciuto una sensibile diffusione.

1.
O Maria, quel fanciullo, che adori
con immensa dolcezza ed affetto,
sarà un giorno il deriso, l’abbietto,
sarà l’uom dell’immenso dolor.
Del Vegliardo i profetici detti
quasi acciaro ti scesero in cuor.

2.
Fra l’orrore di notte angosciosa
ove fuggi col tenero Figlio?
Oh delitto! D’Erode l’artiglio
ti sovrasta, e lo strazio feral
del dolore ti strazia il tuo cuore
l’alma è oppressa d’ambascïa mortai!

3.
Sconsolata, tre giorni e tre notti,
piangi in cerca del caro tuo Bene.
Chi ridire potrà quali pene,
quali affanni ti npprimon il cor?
Senza colpa il perdesti, ma noi
fummo noi se perdemmo il Signor.

4.
Oh qual vista! S’incontra la madre
col Signore che porta la Croce.
A Lei dice con tremula voce:
“Addio, Madre, men rado a morir”.
Sconsolata, ascoltasti e tacesti.
quel silenzio fu santo e il patir.

5.
Già conflitto sul trono ferale,
giace il Figlio, e lo guarda Maria,
con Lui soffre la stessa agonia,
ma morire lo vede e non muor.
Oh martirio! oh crudele tormento!
Per la madre il tormento è maggior.

6.
Deh! mirate la misera Madre,
stringe al seno il suo figlio già morto.
Desolata ! non ha più conforto,
né più pace, ne gioia quaggiù
Ah! piangete, o sorelle, piangete
con la Madre che piange Gesù.

7.
Da Gesù chi divider Maria
or potrebbe? Ecco abbraccia la Tomba
del suo Caro qual pura colomba
geme, e in parte si spezza il suo cor.
Tu sol uomo, tu solo non piangi
tu cagione di tanto dolor…

 

blog

Oltre l’ufficialità dell’annullamento delle processioni del venerdì santo e dell’Addolorata, saltano anche la processione del mercoledì santo con il “Cristo alla colonna” e la via crucis cittadina del giorno successivo.
Il simulacro del Cristo Flagellato viene portato ogni anno dalla “Confraternita della Carità”, associazione religiosa che contribuisce ai rito della Settimana Santa.




Il Simulacro del Cristo esce proprio dall’omonima chiesa, la processione continua per Piazza Duomo, percorrendo le vie principali del centro storico arrivando fino al Chiostro San Francesco, dove resta fino all’indomani sera dove verrà riposto in chiesa. A queste solennità si aggiunge ovviamente l’annullamento della processione conclusiva del periodo della Pasqua, ossia “Cristo Redentore” meglio conosciuto come “U Signuri cu munnu manu”.
È un periodo difficile e buio quello che stiamo attraversando, ma molti parroci danno la possibilità a tutti di seguire le funzioni e le celebrazioni eucaristiche sui social.
Vi informeremo nei prossimi giorni come seguire le dirette.

(Foto: Sandro Cosentino)

blog Emergenza coronavirus a Licata

In questi giorni di emergenza, purtroppo, gli sciacalli continuano ad esercitare.
Lo vediamo quotidianamente: dalle false notizie messe in circolazione ai prezzi lievitati vertiginosamente. Ed è proprio dei rincari spropositati che si sta occupando la Federconsumatori.
La sezione di Agrigento sarà a disposizione dei cittadini.
Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato:




“Abbiamo un ruolo importante, non noi in quanto Associazione di consumatori ma noi come abitanti della provincia di Agrigento: dobbiamo scongiurare il nascere ed il diffondersi di ingiustificati incrementi dei prezzi dei beni di prima necessità, venduti a cifre eccessive a nostro discapito in piena emergenza sanitaria e sociale.
Peraltro, da segnalazioni precedentemente ricevute, abbiamo appreso che vi è chi sta approfittando anche delle restrizioni personali, dovute ai provvedimenti emanati al fine di evitare il diffondersi del Covid-19, per aumentare i prezzi di prodotti essenziali per il sostentamento quotidiano, consapevole della difficoltà degli spostamenti per recarsi in punti vendita che applicano prezzi concorrenziali.
Queste sono speculazioni che vanno ad incidere principalmente sugli anziani e su chi, a fronte della chiusura di numerose attività lavorative, si ritrova a versare in una grave situazione di disagio economico, senza dimenticare i c.d. lavoratori in nero. Ricordiamo che chi sta indegnamente lucrando sull’emergenza Covid-19 sta anche soffiando sul fuoco del disagio economico e sociale. Lavoro sommerso e povertà sono state le cause che hanno recentemente portato persone esasperate ad “assaltare” un supermercato nel tentativo di accaparrarsi merce senza pagare. Scintille in grado di far esplodere la polveriera del disagio sociale mettendo a rischio l’ordine pubblico.
La provincia di Agrigento sta assistendo ad un diffondersi di gesti di solidarietà che stridono fortemente con tali illegittime condotte, ecco perché bisogna essere ancora più uniti e rimuovere
queste intollerabili speculazioni ai danni della nostra comunità. Invitiamo chiunque ritenga di aver acquistato prodotti a prezzi recentemente lievitati in maniera anomala a conservare lo scontrino, eventualmente chiedere di prendere visone della nota di acquisto, e a rendercelo noto anche tramite mail inviata a federconsumatoriagrigento@gmail.com.
Sarà Federconsumatori a segnalare il tutto agli organi competenti e all’Autorità Garante per la Sorveglianza dei Prezzi.
Angelo Pisano
Presidente Federconsumatori Agrigento”

 

blog

La Giornata Mondiale del Teatro 2020 a Licata è stata degnamente celebrata, vincendo almeno per un giorno, contro i limiti imposti dal coronavirus.  L’iniziativa, lanciata dall’Associazione Teatrale “Il Dilemma” lo scorso 18 Marzo, ha assunto una dimensione social. Con un post sul suo profilo FB la Presidente Luisa Biondi ha espresso il desiderio di portare avanti, nonostante tutto, l’evento che in tempi normali, avrebbe dovuto avere luogo presso i locali dell’ IIS Fermi di Licata diretto dalla Dirigente Amelia Porrello con la partecipazione di rappresentanze delle scuole del territorio.
La giornata avrebbe previsto nel pomeriggio la partecipazione degli allievi  dei Laboratori Palcoscenico, diretti da Luisa Biondi e da Katia Marino.




La riuscita dell’iniziativa è andata oltre le aspettative,  riuscendo a coinvolgere addirittura più protagonisti del previsto, considerato che lo spazio virtuale è illimitato. Vi è stata una massiccia partecipazione da parte degli allievi del Laboratorio Palcoscenico e degli attori de “Il Dilemma”, ma entusiasmante è stata la partecipazione attiva di artisti e di istituzioni scolastiche. Il messaggio internazionale scritto dal drammaturgo pakistano Shahid Nahed è stato recitato dal Presidente Uilt Sicilia Lillo Ciotta, seguito dalla Dirigente Amelia Porrello del Fermi, di Licata che che  ha contribuito con dei versi di Baricco. Anche il Sociologo Francesco Pira ha voluto lanciare un suo messaggio focalizzando le emozioni e il mondo dei social. Commovente è stato il messaggio della Dirigente Rosetta Greco del Liceo Linares e sentito l’intervento del Dirigente Catalano che ha recitato la poesia ”Le Beatitudini”. Il Dirigente Buccoleri, nonché attore de “Il Dilemma”, ha manifestato la sua emozione con l’esecuzione al piano di “Zefiro” un pezzo da lui composto. Presente anche l’Istituto Marconi con la vicepreside prof.ssa Tiziana Alesci che ha recitato la sua poesia “Paura”. Conosciuto l’evento per caso, si è unita alla GMT2020 online anche la Dirigente Rosamaria Lauricella Ninotta di in Istituto Scolastico di Roma. Vari docenti si sono cimentati nell’arte della recitazione e numerosissimi alunni e alunne di tutte le scuole di ogni ordine e grado hanno continuato a postare video anche a conclusione della giornata. Anche molti cittadini, sensibili all’evento, si sono uniti. L’Assessore allo sport, turismo e spettacolo Andrea Burgio è intervenuto con un racconto sul Santo Patrono così come  la giornalista Angela Amoroso che ha avuto prodotto un delicato video, declamando un testo di Jodorowski. Molto apprezzata è stata la partecipazione dell’attrice, regista palermitana Anna Mauro e dell’attore – scrittore agrigentino Raimondo Moncada che ha recitato un suo testo. Un pensiero di augurio è stato inviato anche dall’attrice-autrice Tiziana Francesca Vaccaro. Ma l’evento ha valicato addirittura i confini nazionali con un video realizzato dall’attrice e insegnante di teatro Naomi Cahill, irlandese di Cork che con i Laboratori Palcoscenico aveva realizzato uno stage teatrale in lingua inglese. Molti dei lavori realizzati sono stati ispirati dall’autrice Angela Mancuso. Anche i componenti de “Il Dilemma”, il regista Angelo Biondi, Luisa Biondi, Katia Marino, Laura Pintacrona, Raffaella Ciancio, Giulia Vincenti, Cettina Callea, Maurizio Buccoleri, Domenico Peritore hanno eseguito le loro personali performance..




E’ stata una Giornata Mondiale del Teatro diversa dal solito quella di quest’anno, in un tempo surreale e di città spettrali, ma che la forza salvifica e catartica dell’arte ha dato la forza di adattarsi ad una situazione inaspettata e inimmaginabile. L’insormontabile ostacolo imposto da un nemico invisibile è diventato opportunità facendo travalicare a quanti hanno partecipato i confini della propria casa, della propria città, della propria regione e addirittura della nazione, con un salto che ha spostato la celebrazione da un luogo fisico, ai social che, se usati correttamente, riescono a creare una rete di relazioni impensabili. L’iniziativa a cui era stato dato come tema “Il magico mondo delle emozioni” ha superato le emozioni stesse che spesso sono solo impulsive e passeggere, dando forma a sentimenti. In un tempo in cui si è prigionieri in casa propria, la parola, dono più grande dell’umanità, rende liberi anche dalle  prigioni interiori e permette di comunicare ciò che si prova, dimostrando che anche distanti si può essere uniti.

 

 

Cettina Callea

blog

Non si ferma la solidarietà a Licata.
Sono infatti tantissime le iniziative che in queste settimane hanno visto protagonisti tanti nostri concittadini.
L’ultima iniziativa è quella della macelleria Sosta e Gusta che, in accordo con il comando della Polizia municipale, si è messa a disposizione dei più bisognosi. “Le persone necessitano anche di carne, abbiamo già deciso di fornire a domicilio la spesa, da lunedì avremo anche dei buoni che possono essere acquistati da chiunque. I buoni serviranno per fornire carne a chi è in difficoltà, sarà portata presso il comando dei vigili urbani che la distribuiranno insieme agli altri generi alimentari”.




L’altra bella storia arriva da Davide Bonvissuto, che dal suo profilo Facebook ha lanciato un appello ai più bisognosi:
“Di fame non si muore. Vi chiedo di condividere questo post, se conoscete qualcuno che ha bisogno di cibo, scrivetemi in privato. Non vergognatevi, non abbiamo deciso noi di vivere in questa situazione, ma noi possiamo aiutare chi sta peggio”.
Davide ha acquistato diversi beni di prima necessità che consegnerà a chi ne avesse bisogno. Per contattarlo potete scrivergli sul suo profilo facebook Davide Bonvissuto

Sono le ultime due storie di una lunga catena di solidarietà che vede Licata protagonista. Dalla raccolta fondi per l’ospedale alla colletta alimentare allestita dalla polizia municipale e fino a Siria che fa la spesa a chi ne ha bisogno e Luca che configura gratuitamente i pc per chi deve lavorare o studiare da casa.
E siamo sicuri che ne seguiranno tante altre.

Intanto ecco alcuni link utili:

“A casa un ci sacciu stari”. Siria fa la spesa a chi non può

Studiate e lavorate da casa. Vi configuro tutto gratuitamente

La polizia municipale avvia raccolta di alimenti

Raccolta fondi ospedale di Licata

Consegne a domicilio. I negozi che le effettuano

blog Emergenza coronavirus a Licata

Lodevole iniziativa quella promossa dal comando dei Vigili urbani di Licata che ha avviato una raccolta di generi alimentari di prima necessità da destinare ai più bisognosi, rimasti privi di risorse a causa dell’emergenza coronavirus.
L’appello, apparso in un post su Facebook, è stato subito accolto dalle istituzioni ed è aperto a tutti i cittadini.





Un primo piano di approvvigionamento è stato resto possibile grazie all’auto-tassazione del personale del corpo di polizia municipale, cui hanno anche aderito il sindaco, i consiglieri e la giunta.
I cittadini possono contribuire donando generi alimentari di prima necessità e preconfezionati, come latte, farina, pasta e altro dello stesso genere.
Non è assolutamente richiesto nessun tipo di contributo economico.
Per donare alimenti bisogna chiamare la polizia municipale che provvederà al recupero della donazione. Stessa procedura per ricevere gli aiuti; basterà infatti chiamare e saranno gli stessi vigili a recapitare gli alimenti a casa delle persone.
Il numero da chiamare è lo 0922 772265 dalle ore 08:00 alle ore 20:00.

Iniziativa che sosteniamo, ringraziando chi l’ha messa in pratica e tutti coloro che doneranno.