blog

Appello al Comune di Licata – “Regaleremo cestini per i rifiuti a Marianello. Ci garantite la raccolta?”

Di Luca Castrogiovanni

Da anni, tanti anni, sono un assiduo frequentatore della spiaggia di Marianello.
E da anni noto che nella zona libera non è mai stato installato nessun cestino per i rifiuti.
Le persone civili raccolgono i propri, costretti spesso a portarli a casa, visto che anche fuori dalla spiaggia c’è solo un cassonetto, che si riempie dopo nemmeno un’ora. Il problema sono però gli incivili. Sono soprattutto loro a rendere indecoroso uno dei luoghi più belli della nostra città.
Con il mio gesto voglio anche togliere questa giustificazione, ovvero che non ci sono cestini e si sentono legittimati a lasciarli in spiaggia. Sono inoltre del parere che, installando dei cestini per i rifiuti, anche loro, nel vedere altre persone che li utilizzano, possono essere mossi da vergogna nell’abbandonarli, motivo per cui potrebbero essere stimolati ad utilizzarli.




Da tempo voglio fare questa “donazione”; è da tempo che penso di comprare dei cestini ed occuparmi della loro installazione. Sono anche disposto a donare sacchi per i rifiuti. Ma non posso (soprattutto causa lavoro) occuparmi della raccolta.
Il mio è un appello al Comune di Licata; è all’amministrazione che mi rivolgo, chiedendo se, dopo l’installazione, c’è la possibilità che i cestini possano essere quotidianamente svuotati.
Non conosco le gestioni, non conosco la burocrazia, con questo articolo chiedo delucidazioni e collaborazione. È infatti lavorando insieme che possiamo ambire ad un futuro migliore e decoroso per il nostro paese.
Soffro nel vedere la spiaggia di Marianello invasa dai rifiuti. Soffro nel vedere anche le altre spiagge, strade e campagne divenire spesso discariche. Voglio fare la mia parte, dare il mio contributo, senza nessuna polemica.
Aspettando fiducioso un riscontro dalle istituzioni, è soprattutto ai lettori che voglio rivolgermi: vigiliamo anche noi, affinché la gente rispetti la città e l’ambiente che ci circonda.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *