blog

Anche Licata celebra sul web la “Giornata Mondiale del Teatro”. La soddisfazione de “Il Dilemma” per la massiccia partecipazione

La Giornata Mondiale del Teatro 2020 a Licata è stata degnamente celebrata, vincendo almeno per un giorno, contro i limiti imposti dal coronavirus.  L’iniziativa, lanciata dall’Associazione Teatrale “Il Dilemma” lo scorso 18 Marzo, ha assunto una dimensione social. Con un post sul suo profilo FB la Presidente Luisa Biondi ha espresso il desiderio di portare avanti, nonostante tutto, l’evento che in tempi normali, avrebbe dovuto avere luogo presso i locali dell’ IIS Fermi di Licata diretto dalla Dirigente Amelia Porrello con la partecipazione di rappresentanze delle scuole del territorio.
La giornata avrebbe previsto nel pomeriggio la partecipazione degli allievi  dei Laboratori Palcoscenico, diretti da Luisa Biondi e da Katia Marino.




La riuscita dell’iniziativa è andata oltre le aspettative,  riuscendo a coinvolgere addirittura più protagonisti del previsto, considerato che lo spazio virtuale è illimitato. Vi è stata una massiccia partecipazione da parte degli allievi del Laboratorio Palcoscenico e degli attori de “Il Dilemma”, ma entusiasmante è stata la partecipazione attiva di artisti e di istituzioni scolastiche. Il messaggio internazionale scritto dal drammaturgo pakistano Shahid Nahed è stato recitato dal Presidente Uilt Sicilia Lillo Ciotta, seguito dalla Dirigente Amelia Porrello del Fermi, di Licata che che  ha contribuito con dei versi di Baricco. Anche il Sociologo Francesco Pira ha voluto lanciare un suo messaggio focalizzando le emozioni e il mondo dei social. Commovente è stato il messaggio della Dirigente Rosetta Greco del Liceo Linares e sentito l’intervento del Dirigente Catalano che ha recitato la poesia ”Le Beatitudini”. Il Dirigente Buccoleri, nonché attore de “Il Dilemma”, ha manifestato la sua emozione con l’esecuzione al piano di “Zefiro” un pezzo da lui composto. Presente anche l’Istituto Marconi con la vicepreside prof.ssa Tiziana Alesci che ha recitato la sua poesia “Paura”. Conosciuto l’evento per caso, si è unita alla GMT2020 online anche la Dirigente Rosamaria Lauricella Ninotta di in Istituto Scolastico di Roma. Vari docenti si sono cimentati nell’arte della recitazione e numerosissimi alunni e alunne di tutte le scuole di ogni ordine e grado hanno continuato a postare video anche a conclusione della giornata. Anche molti cittadini, sensibili all’evento, si sono uniti. L’Assessore allo sport, turismo e spettacolo Andrea Burgio è intervenuto con un racconto sul Santo Patrono così come  la giornalista Angela Amoroso che ha avuto prodotto un delicato video, declamando un testo di Jodorowski. Molto apprezzata è stata la partecipazione dell’attrice, regista palermitana Anna Mauro e dell’attore – scrittore agrigentino Raimondo Moncada che ha recitato un suo testo. Un pensiero di augurio è stato inviato anche dall’attrice-autrice Tiziana Francesca Vaccaro. Ma l’evento ha valicato addirittura i confini nazionali con un video realizzato dall’attrice e insegnante di teatro Naomi Cahill, irlandese di Cork che con i Laboratori Palcoscenico aveva realizzato uno stage teatrale in lingua inglese. Molti dei lavori realizzati sono stati ispirati dall’autrice Angela Mancuso. Anche i componenti de “Il Dilemma”, il regista Angelo Biondi, Luisa Biondi, Katia Marino, Laura Pintacrona, Raffaella Ciancio, Giulia Vincenti, Cettina Callea, Maurizio Buccoleri, Domenico Peritore hanno eseguito le loro personali performance..




E’ stata una Giornata Mondiale del Teatro diversa dal solito quella di quest’anno, in un tempo surreale e di città spettrali, ma che la forza salvifica e catartica dell’arte ha dato la forza di adattarsi ad una situazione inaspettata e inimmaginabile. L’insormontabile ostacolo imposto da un nemico invisibile è diventato opportunità facendo travalicare a quanti hanno partecipato i confini della propria casa, della propria città, della propria regione e addirittura della nazione, con un salto che ha spostato la celebrazione da un luogo fisico, ai social che, se usati correttamente, riescono a creare una rete di relazioni impensabili. L’iniziativa a cui era stato dato come tema “Il magico mondo delle emozioni” ha superato le emozioni stesse che spesso sono solo impulsive e passeggere, dando forma a sentimenti. In un tempo in cui si è prigionieri in casa propria, la parola, dono più grande dell’umanità, rende liberi anche dalle  prigioni interiori e permette di comunicare ciò che si prova, dimostrando che anche distanti si può essere uniti.

 

 

Cettina Callea

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *