Emergenza coronavirus a Licata

Acquistati un ventilatore polmonare neonatale e un defibrillatore per l’ospedale di Licata

La solidarietà non si ferma.
È infatti grazie al Consorzio Mundial e al Conad che l’ospedale di Licata sarà dotato di questi nuovi dispositivi.
Di seguito il comunicato di Antonello Di Mino e del gruppo di cittadini che si è occupato dell’organizzazione e gestione della raccolta fondi.




“Cari concittadini, è con vero onore e piacere comunicarvi in questa domenica due bellissime notizie: grazie al consorzio Mundial melone Red Falcon, su nostro input e del dottore Masaracchio, responsabile di pediatria di Licata, abbiamo acquistato un dispositivo di ventilatore polmonare neonatale, da potere utilizzare per quei bimbi che alla nascita possono avere dei problemi respiratori.
Grazie al socio Conad del punto vendita di Licata, è stato acquistato un defibrillatore semiautomatico che verrà messo in comodato d’uso presso la tenda covid,  a pandemia finita, su consiglio del direttore sanitario del p.o. dott. Asaro, verrà posizionato nel nostro paese, in un punto che verrà scelto dalla città.
Questi ulteriori presidi ci daranno una maggiore sicurezza per chi vive nel territorio, perché ci sarà una vita dopo il coronavirus e avere qualcosa che ci possa garantire una qualità di vita migliore ci permetterà di non sentirci disagiati. Poi vedo purtroppo che ci sono molte persone che credono, che essendoci stati pochi casi a Licata, siamo tranquilli, niente di più sbagliato!!!

È difficile rimanere a casa lo so, ma più osserviamo le regole, prima usciamo da questa guerra!!! Spero che queste notizie vi rendano meno difficoltoso questo momento di isolamento, grazie di Cuore a tutti”.

A proposito della raccolta fondi, entro qualche giorno, sarà consegnato diverso materiale acquistato con la raccolta fondi.
Seguiranno aggiornamenti.

 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *